Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Descrizione della ricerca

Cineremake: si gira
La ricerca in 280 caratteri: 
Siamo un gruppo di studenti della 3 A e della 3 D del Liceo Scientifico “R. Piria” di Rosarno (RC), oramai Team CINEMEDMA. E' la prima volta che come gruppi classe partecipiamo ad ASOC, benché la scuola abbia già attivato altri progetti in passato, e da subito siamo stati colpiti e interessati dalla valenza di A scuola di Open Coesione, perché ci rende davvero protagonisti indiscussi e attivi con la partecipazione al monitoraggio civico del cinema “Argo” di Rosarno. Tutti i giorni passiamo vicino al Cinema ene ammiriamo la bellezza dei colori in una terra che continua ad essere in bianco e nero, ma non sapevamo che si potesse monitorare e neanche conoscevamo il sito “open coesione” sul quale abbiamo preso visione delle risorse finanziarie assegnate e dei pagamenti effettuati, del costo pubblicodi cui l’Amministrazione Comunale di Rosarno ne è beneficiario. Dopo le spiegazione della professoressa Contartese, referente del progetto che ci ha dato informazioni esaustive sulle politiche di coesione, abbiamo visionato, nel laboratorio di informatica, le pillole e seguito tutti gli step della lezione 1. Ci siamo divisi in gruppi per la scelta del progetto da monitorare,abbiamo sempre in modo democratico votato sui loghi proposti dai designer, abbiamo discusso per l’Asoc Wall, la nostra bacheca di lavoro che ci segue ogni giorno e che ci trasporta nella nuova dimensione del cambiamento possibile; i ruoli sono stati scelti direttamente da noi, più volte siamo rimasti a scuola fino a tardi, ma noi volevamo lavorare per completare o per iniziare una nuova avventura possibile. Abbiamo completato le attività e non dimentichiamo mai che siamo una squadra che vuole rendersi utile per sé e per la comunità medmea tutta. CINEMA La struttura nasce come cine-teatro con una capienza di 250 posti a sedere, è stata interamente demolita e ricostruita per realizzare le attività cinematografiche e teatrali, secondo un progetto avviato nel 2004. Le motivazioni per le quali abbiamo deciso di dedicare la nostra attenzione alla riapertura di questo centro cinematografico sono: Capire come sono stati utilizzati i fondi pubblici destinati alla riapertura dell’ impianto. La possibilità di noi giovani cittadini di poter usufruire di questa struttura come centro di socializzazione e fonte di svago. Dimostrare che anche in una realtà non semplice come quella di Rosarno si può realizzare qualcosa di veramente concreto. Esternare l’ interesse da parte di noi giovani nei confronti del nostro paese e dei cittadine che ci abitano