Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Articolo di Data Journalism

Riqualificazione urbana del centro storico di Erice (convento San Carlo ed ex hotel Igea)

 

I ragazzi del team “Nova Eryx” dell’I.I.S.S. “R. Salvo” di Trapani si sono avvalsi delle ore extra-scolastiche per condurre una ricerca sul progetto preso in esame. Utilizzando gli Open data primari e secondari messi a disposizione su internet e le informazioni che abbiamo ottenuto direttamente dall’amministrazione comunale, il gruppo ha potuto ampliare le proprie conoscenze e i dati a disposizione relativi al progetto stesso. 

Segue un resoconto delle informazioni ricavate. 

Analizzando gli opendata riportati sul sito opencoesione.gov.it (cfr. infografica 1), sappiamo che il comune erogherà un finanziamento di €1.288.000, di cui al netto, per mezzo del fondo di coesione, € 1.196.800. Ad oggi però sul sito ufficiale nessun pagamento risulta effettuato (cfr. grafico 1). Gli altri finanziamenti pubblici provenienti dallo Stato ammontano in totale a € 4.082.000, di cui netti € 3.793.200. Quindi, il finanziamento totale pubblico, elargito dal comune di Erice e dallo Stato, esso ammonta a € 5.370.000, mentre quello definitivo a €4.990.000 (cfr. grafico 2). 

Il progetto riguarda due siti: Per l’ex Hotel Igea, si prevede: la realizzazione al piano terra di quattro alloggi e le cantine a servizio di tutti gli alloggi, mentre al primo piano sono previsti altri sei alloggi. Inoltre, sono previsti due ampi spazi comuni a piano terra, aventi funzione di spazi di ritrovo e di relazione, che 

disimpegnano agli ingressi degli alloggi, alla chiostrina ed agli scaloni di collegamento con il piano superiore; Per il complesso conventuale San Carlo, si prevede: La realizzazione di attrezzature secondarie al piano terra che, oltre alla Chiesa di San Carlo Borromeo, da destinare ad attività espositive, concerti, altre attività multimediali, convegni, etc..., prevede l’utilizzazione, con destinazione a carattere Polifunzionale, per svolgere attività ricreative rivolte ai residenti della struttura e alla comunità ericina (emeroteca, centro di aggregazione socio-culturale) ed anche manifestazioni espositive e fieristiche. 

FASI DEL PROGETTO Dalle prime informazioni, abbiamo rilevato che l’appalto iniziale comprendeva un importo di €5.370.000, di cui €3.371.974,94 al netto del ribasso d’asta del 24,4806% per lavori a base d’asta e €1.998.025,06 per somme a disposizione dell’amministrazione. Questi importi risultavano differenti rispetto a quelli riportati sul sito di OpenCoesione. Proseguendo con la ricerca, grazie alla collaborazione dell’assessore ai lavori pubblici P. Genco e dell’arch. F. Tranchida, responsabile della gestione del territorio, abbiamo scoperto che il progetto si è svolto in due fasi, dato che il primo appalto, con data 04/08/2014, è stato sospeso a causa del sequestro della ditta Funaro Costruzioni s.r.l. da parte del Tribunale penale di Trapani. L’inizio dei lavori era previsto per il 12/04/2012, mentre i tempi contrattuali corrispondevano a 911 giorni con scadenza prevista il 09/10/2014. A seguito del sequestro, i lavori sono rimasti bloccati fino al 16/12/2016, quando il progetto di completamento è stato approvato dalla Giunta municipale con deliberazione n. 273. I lavori sarebbero dunque iniziati il 06/04/2017. La ditta RE.CO.GE. s.r.l. si è dichiarata disponibile ad eseguire i lavori agli stessi patti e condizioni del precedente aggiudicatario (ribasso del 24,4806%, cfr. grafico 3). Con deliberazione della Giunta comunale n. 251 del 27/11/2018 è stata approvata la Perizia di variante in corso d’opera dell’importo complessivo di €4.990.000, di cui €2.984.346,28 per lavori e compresi gli oneri sulla sicurezza (di cui 1.953.496,64 eseguiti al 5° S.A.L. del precedente appalto), €2.005.653,73 per somme a disposizione dell'Amministrazione. Pertanto l’importo stavolta corrisponde a quello presente sul sito di OpenCoesione. 

La nuova perizia prevede l’utilizzo di parte del ribasso d’asta 

• per l’esecuzione dei maggiori lavori necessari per il completamento e la riparazione dei danni verificatisi a causa del lungo fermo del cantiere, 

• per le esigenze manifestate dall’Amministrazione del Comune di Erice, derivanti dalla necessità di adattare alcuni spazi dell’ex Convento San Carlo da affidare alle attività dell’istituto alberghiero, 

• nonché per l’appalesarsi di alcuni imprevisti (la manutenzione straordinaria della copertura della chiesa San Carlo e il rifacimento dei prospetti della stessa chiesa prospicienti all’interno dell’ex Convento). 

Ad oggi risultano spese per la realizzazione dell’opera circa €3.640.000. La fine dei lavori è prevista per giugno 2020. 

CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE A breve ci recheremo in loco per visitare i siti monitorati, guidati dall’amministrazione comunale. Le informazioni ottenute hanno risposto alle domande poste inizialmente e sono risultate differenti rispetto a quelle attese.