Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Articolo di Data Journalism

Luci sul Teatro

Il Teatro comunale “Maugeri” è un immobile edificato nell’anno 1952, ed è ubicato nella zona centrale della città di Acireale. Il fabbricato, di pianta pressoché rettangolare, si estende per un’area di mq 1.980,00. Tale stabile era peraltro adibito ad eventi di importante impatto culturale, quali: spettacoli ed esibizioni di natura teatrale e non, correlati ad esempio al mondo della danza, del canto, e dell’espressione artistica popolare. Gli stanziamenti effettivi originariamente destinati al teatro ammontavano ad euro 2.319.455,00, di cui sono stati attualmente impiegati solamente euro 1.835.188,22. Benché l'inizio dei lavori di riparazione fosse previsto il 04-01-2007, questo venne attuato solamente in data 18-04-2007; mentre la fine, originariamente prevista per il 10-01-2008, avvenne in realtà in data 13-10-2008.

A partire dall’anno 2007, l’immobile – grazie ad una delibera di giunta emessa in data 28-01-2005 – fu oggetto di importanti lavori di recupero di natura strutturale. L’amministrazione – guidata dall’allora sindaco Nino Garozzo – approvò un progetto esecutivo di “Completamento dell’intervento di restauro e adeguamento alle norme di sicurezza” per un importo complessivo di 2.319.455,00 €, risorse della cui copertura si occupò in larga parte il Fondo per lo Sviluppo e la Coesione, con la facies della Regione, per mezzo di una delibera di dipartimento regionale per i Lavori pubblici del Gennaio 2006. Tramite tale atto giungerà difatti dalla Regione una cifra di circa 2.000.000 di euro che, unita ad euro 362.000,00 provenienti dall’accensione da parte del Comune di un mutuo presso la Cassa Depositi e Prestiti, furono utili alla rimessa in sesto del teatro.

L’impiego delle risorse sopracitate nel corso degli anni 2007-2014 risulta essere il seguente:

  • 2007: €277.225,75 (11%)
  • 2008: €1.171.896,58 (50%)
  • 2009: €1.682.984,45 (72%)
  • 2010: €1.717.150,27 (74%)
  • 2011: lavori fermi

Ed è proprio nel 2011 che incominciarono a verificarsi le prime infiltrazioni d’acqua, alle quali dovette necessariamente seguire un nuovo intervento di riparazioni. A seguito di ciò, i fondi stanziati continuarono ad essere impiegati come segue:

  • 2012: €1.820.202,86 (78%)
  • 2013: lavori fermi
  • 2014: €1.835.188,22 (79%)

Grazie ai dati rilevati abbiamo potuto constatare che nonostante i lavori siano stati conclusi, i fondi arrivati per la sistemazione e riapertura del Teatro “Maugeri” non sono stati complessivamente utilizzati. Presupponiamo di trovare altri dati in quanto nel Novembre 2014, un evento calamitoso (tromba d’aria) colpisce il territorio di Acireale devastando, tra l’altro, varie strutture pubbliche una di queste è il Teatro Maugeri, scoperchiando il tetto e danneggiando la struttura stessa del teatro.

Nel Marzo 2016, viene approvato il progetto esecutivo, denominato “Copertura Teatro Comunale Maugeri – per i lavori di riparazione dei danni causati dalla tromba d’aria , dell’importo complessivo pari a 1.061.000,00 euro”. Si procede con la gara.
Nell’Aprile 2017, in corso d’opera si è rinvenuto dell’Amianto nel “controsoffitto decorativo” del Teatro, la natura della finitura di rivestimento del controsoffitto destava qualche sospetto, si sono svolte immediate campionature e analisi di laboratorio, coinvolgendo anche figure specialistiche.

Durante gli anni 2017/2018, l’Amministrazione Barbagallo aveva previsto nel Dup una somma di 200 mila euro per la manutenzione e il completamento del Teatro Maugeri. Il Sindaco però riferì: “Purtroppo il tempo non ci ha consentito di portare a termine quanto già stabilito. L'auspicio è che si possa arrivare al più presto alla riapertura!” A seguito di questa scrupolosa analisi di tali dati, non possiamo che domandarci quali siano le motivazioni dell’interruzione di tali lavori, e ci sentiamo in qualche modo in dovere di esortare le competenti amministrazioni a far luce su tali eventi, causa di una perdita non indifferente per la comunità cittadina tutta.