Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Raccontare la ricerca di dati e informazioni

A scuola di investigazione

A scuola di investigazione
Il punto di partenza della ricerca: motivazioni e obiettivi
La scelta di monitorare il progetto del depuratore nasce dall’importanza per noi e per le generazioni future di salvaguardare l’ambiente, bonificare e depurare le acqua in maniera precisa, accurata ed efficiente. Spinti da un profondo senso civico e del dovere, il nostro lavoro si focalizza sul fare chiarezza al riguardo di ogni aspetto di questo progetto, partendo dalle metodiche di realizzazione, analizzando l’iter riguardante la progettazione e facendo luce sulla destinazione e l’uso dei fondi stanziati al riguardo.
Un progetto fondamentale per il nostro territorio, che una volta realizzato garantirebbe un primato in quanto modernità ed efficacia di bonifica dei liquami che i cittadini non solo meritano, ma che aspettano ormai da anni e di cui hanno un imminente bisogno. Una boccata d’aria fresca in grado di dare speranza e fiducia ai cittadini, dimostrando finalmente che si è in grado di fare qualcosa per salvaguardare le nostre ricchezze, e che si è in grado non solo di farla bene, ma nel migliore dei modi, per garantire un futuro solido e concreto alla più importante delle risorse che Castellammare del Golfo ha da offrire. Il depuratore in questione riuscirebbe a soddisfare a pieno il fabbisogno di smaltimento dei liquami, rendendo di fatto nullo l’inquinamento dovuto agli scarichi. Le zone limitrofe, infatti, scaricano ancora oggi i liquami direttamente in mare. La struttura atta ad ospitarlo sarà collocata all'interno del costone, evitando di deturpare la zona circostante. Ridurrà, inoltre, l’impatto ambientale essendo collocato all’interno del costone e, quindi, del tutto invisibile.
Dati e informazioni trovate: descrizione e utilizzo dei dati in nostro possesso.
I dati che sono emersi dalle ricerche riguardano la struttura e i costi dell’impianto e le lentezza della burocrazia. Nel 2013 sono stati finanziati 18 milioni 300 mila euro per creare un nuovo depuratore in contrada Cerri, con relativi emissari e condotta sottomarina. La tipologia del nuovo depuratore è quella a fanghi attivi; la separazione solido-liquido finale sarà attuata su moduli di membrane. L'impianto progettato per 30mila abitanti, sarà realizzato interrato con uno scavo che interesserà 42mila metri cubi di materiale lapideo, avrà una superficie di mq 3200 circa ed un'altezza media di 12 metri. Sarà realizzato con una struttura in calcestruzzo armato e soprastante solaio in grado di consentire il passaggio dei mezzi pesanti. Sarà realizzato un piccolo impianto che convoglia in apposita vasca le acque depurate per il nuovo utilizzo e una condotta sottomarina di 700metri per allontanare le acque depurante non riutilizzate. Un presunto errore nei lavori di consolidamento di un costone ha causato il prolungamento dei tempi di realizzazione.
Sarà fondamentale la collaborazione con il Comune di Castellammare del Golfo, i quali funzionari saranno nostri importantissimi alleati nella ricerca delle informazioni utili al monitoraggio del progetto, che insieme a impiegati comunali, provinciali, i sindaci uscenti, ingegneri edili, giornalisti, la ditta appaltatrice dei lavori e moltissime altre fonti contribuiranno ad arricchire i dati già in nostro possesso, acquisiti tramite ricerche e articoli reperiti e studiati sapientemente dai nostri analisti.

Prossimi passi: il punto d’arrivo della nostra ricerca, dati ancora da scoprire e analizzare.
Il nostro obbiettivo è capire come il depuratore sarà realizzato, venire a conoscenza delle tempistiche dei lavori e comprendere chiaramente in che modo verranno utilizzati i fondi stanziati a favore di questo progetto. Ci riterremo soddisfatti quando saremo riusciti ad ottenere un punto ben definito della situazione, lavorando nel più chiaro e limpido dei modi, al fine di fare finalmente luce su uno dei progetti che, in quanto cittadini, ci sta più a cuore. Un progetto che negli anni, a causa dei continui rinvii, ritardi e interrogativi, si è coperto di un fitto alone di mistero, tanto da perdere qualsiasi credibilità riguardo la sua effettiva realizzazione. Un progetto fondamentale per il nostro territorio. E sarà proprio il profondo legame che abbiamo con la nostra terra a spingerci fino in fondo con le indagini, le inchieste, le interviste e le analisi dei dati, affinché sia noi membri del team che tutta la comunità possiamo avere un'idea della situazione. Vorremmo che le acque del nostro mare fossero cristalline come la verità. Faremo tutto ciò che è in nostro potere per assicurarci che un impianto così importante per l'ambiente possa finalmente essere realizzato. Insieme alla comunità, insieme alla nostra forza di volontà, sappiamo con certezza che riusciremo nel nostro intento: Castellammare avrà il suo depuratore.