Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Raccontare la ricerca

Raccontiamo la nostra esperienza

Il motivo per il quale abbiamo scelto questo progetto è perché nel nostro territorio i presidi ospedalieri sono poco curati e in gravi condizioni, di conseguenza questo comporta dei gravi problemi ai pazienti. Il nostro logo è formato da tre elementi principali:la mano, il cuore e infine la pianta che si trova all’interno del cuore.

La mano rappresenta l’unione del nostro gruppo perché è la parte che nel logo sorregge tutto e anche nel nostro rapporto.

Il cuore rappresenta la passione che mettiamo per il nostro progetto

La pianta rappresenta la crescita del nostro progetto per la sanità in generale.

Riguardo il nome  sulcis health team: sulcis perché la nostra scuola si trova nel sulcis, health perché il nostro progetto riguarda la sanità e team perché siamo contenti di partecipare a questo progetto come gruppo classe unito.

Presentazione e ruoli del team:

Siamo la 3^B inf dell’istituto Asproni-Fermi d’Iglesias

  • Manager: Ivan Salis e Renato Cuccu;
  • Coordinatore: Matteo Atzeni e Marco Loi;
  • Social media manager: Giovanni Fulgheri e Mattias Pilloni;
  • Coder: Matteo Gioi,Thomas Corrias;
  • Designer: Lorenzo Fiaschi, Davide Pintus, Mattia Orefice, Rebecca Mancosu;
  • Storyteller: Francesco Collu, Fabio Perria;
  • Analista: Andrea Matta, Daniele Manis;
  • Manager analista: Andrea Matta;
  • Blogger: Mattia Sanna, Andrea Dessi, Dennjs Usai. 

Abbiamo affidato, prima di tutto, le scelte più importanti ai manager (tre dei nostri compagni più maturi e efficienti della classe) che hanno avuto la possibilità di esprimere le nostre idee per poi farcele mettere in pratica. Le scelte più specifiche sono stati prese dai gruppi (internamente) per progredire nello sviluppo del progetto. Abbiamo iniziato con la realizzazione del logo. Abbiamo cercato qualcosa che colpisse lo spettatore e qualcosa che mettesse in chiaro le nostre idee e i nostri pensieri. Dopodiché gli storyteller e gli informatici si sono subito messi a lavoro per scrivere le relazioni nel miglior modo possibile e per progettare il sito comprensibilmente e che abbia avuto un buon risvolto. Successivamente il social media manager, si sono occupati di divulgare le informazioni e di informare alle persone le nostre intenzioni. Ai posteri l’ardua sentenza.

Dati sul monitoraggio civico del C.T.O:

Il costo pubblico della restaurazione è di € 5.000.000. I pagamenti che sono stati effetuati sono di € 916.526,51, nel 2015 sono stati stanziati € 11.645,89 mentre nel 2016  sono € 544.303,26. I fondi totali sono stati raggiunti nel 2017. L’inizio effettivo del progetto è stato come previsto nel 27/10/2015,e la fine prevista era nel 1/12/2019, tuttavia ad oggi il progetto non risulta ancora terminato.